domenica 21 febbraio 2016

#BA2016 Come diventare mastro birraio e mettersi in proprio (VIDEO)




Domenica 21 Febbraio 2016 VIDEO 
girando per la fiera interviste agli espositori


Lunedì 22 Febbraio 2016 VIDEO
girando per la fiera interviste agli espositori


Taglio del nastro sabato 20 febbraio alle 11, ingresso ovest di Rimini Fiera, per BEER ATTRACTION, l´evento organizzato da Rimini Fiera in collaborazione con Unionbirrai e con il patrocinio di Italgrob, dedicato alle specialità birrarie, birre artigianali, tecnologie, attrezzature e materie prime. Intervengono: l´assessore alle Attività Produttive dell´Emilia Romagna Palma Costi, il presidente dell´European Beer Consumer Union Henri Reuchlin e il presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni. L´evento costituisce una nuova sfida, dopo la positiva esperienza della prima edizione, che ha visto la partecipazione di oltre 13mila visitatori e più di 200 espositori dall´Italia e dall´estero, con ben 100 eventi collaterali e 300 incontri d´affari con i buyer esteri. La nuova edizione (20 e 21 febbraio aperta a pubblico, solo maggiorenni e operatori, 22 e 23 solo operatori), ha raggiunto circa 350 espositori ed è l´unico appuntamento in Italia che unisce tutti gli attori della filiera. Quest´anno sarà ancora più orientata all´operatore professionale e, proprio per questo motivo, il B2B sarà il target di riferimento dei quattro giorni di manifestazione, dove importatori, distributori e grossisti nazionali ed esteri, titolari di birrifici e mastri birrai, ristoratori, gestori di pub, bar e hotel nelle giornate di sabato, domenica, lunedì e martedì avranno modo di visionare e assaggiare le ultime novità dell´anno e confrontarsi nei diversi momenti a loro dedicati. Tutto il meglio delle specialità birrarie e della birra artigianale sarà per quattro giorni a Rimini: una location ed un territorio unici, per vocazione, storia, concentrazione di locali e competenza organizzativa e fieristica, da sempre motori del business e delle tendenze sul mercato del beverage internazionale. Un mercato in crescita, quello delle birre artigianali, che è passato in soli tre anni dall´1 al 3% del consumo totale di birra, un mondo con un numero sempre maggiore di appassionati, che chiede un momento di confronto tra i produttori e il consumatore finale, così sabato e domenica BEER ATTRACTION diventa ´evento´ con l´ingresso aperto anche ad appassionati e degustatori. Tra le novità anche i padiglioni che ospiteranno la manifestazione, divisi in tre macro settori: le BIRRE, non solo quelle artigianali ma anche le specialità birraie, le collettive regionali italiane e quelle estere; il TECH con impianti e materie prime, che svilupperà un proprio percorso trasversale all´interno dei padiglioni e che sarà fortemente sviluppato con la presenza di aziende leader nelle tecnologie che coprono l´intera filiera di produzione (processing, filling e packaging) e la conferma del FOOD: una sezione espositiva con specialità territoriali, area che sarà valorizzata dalla presenza di chef di prestigio e beer specialist. Tanti gli appuntamenti anche quest´anno, con convegni, workshop e premiazioni e la conferma del BeerAttraction off, gli eventi fuori salone che si svolgeranno nei pub e nei locali di tendenza della Riviera di Rimini. 

 COLPO D´OCCHIO SU BEER ATTRACTION 2016 Data: 20-23 febbraio 2016; Organizzazione: Rimini Fiera SpA in collaborazione con Unionbirrai; con il patrocinio di: Italgrob; media partners: GBI, Il Mondo della Birra; frequenza: annuale; edizione: 2a; accesso: dal 20 al 23 febbraio aperto agli operatori professionali, nelle giornate di sabato 20 e domenica 21 febbraio: aperto anche al pubblico (maggiorenni) degli appassionati e degustatori; orari: sabato 20/02 e domenica 21/02 11.00-20.00; lunedì 22/02 e martedì 23/02: 10-18 solo operatoriù
Nuova vittoria a 5stelle con l'ok all'identikit della birra artigianale. È stata approvata alla Camera, all'interno del Collegato Agricolo, la nostra proposta che introduce la definizione di 'birra artigianale', escludendo tra le metodologie di produzione la pastorizzazione e la microfiltrazione, e quella di birrificio indipendente, identificatolo, coerentemente con la direttiva europea di riferimento, attraverso il limite della quantità di produzione annua di 200mila ettolitri, l'indipendenza legale ed economica. Niente più quindi 'furti d'identità' da oggi per questo elisir del made in Italy da parte della grande industria o di produttori che usano tecniche che poi tanto artigianali non sono...

Peccato però che il Governo non sia stato abbastanza coraggioso da approvare anche la riduzione delle accise per i micro birrifici, come disposto dalla normativa Ue. Sarà la nostra prossima tappa 'salva-birra'.


Insieme all'identikit della birra artigianale, altri risultati incassati dal M5S per il Collegato agricolo sono: l'impegno del Governo per l'istituzione dell'Ufficio Nazionale di Coordinamento Forestale e l'approvazione del pacchetto di misure a sostegno dell'apicoltura italiana (tra cui la riduzione dell'Iva per la pappa reale e l'obbligo di denuncia degli alveari all'Anagrafe apistica nazionale). Tutti temi portati per la prima volta dal M5S prima al tavolo della Commissione Agricolturae poi in aula.

In generale il Collegato Agricolo è un provvedimento che per noi resta 'promosso con riserva', poiché, oltre a contenere troppe deleghe al Governo, ha escluso molte altre misure a firma 5stelle fondamentali per la tutela dell'agricoltura italiana, come ad esempio il divieto di insediare impianti inquinanti vicino alle colture di prodotti Dop, Igp e biologici, il cosiddetto 'spesometro', ovvero l'abolizione dell'Iva per gli agricoltori che guadagnano meno di 7mila euro l'anno, e l'abolizione dell'Imu agricola anche per quei terreni dati in affitto o in concessione ad agricoltori.