sabato 30 aprile 2016

Presentazione candidato Sindaco M5S a Gradara (PU) Luis Miguel Guerrini (VIDEO)





lunedì 25 aprile 2016

Genova presentazione programma energia 25 Aprile 2016 (VIDEO)





Alessandro Di Battista, Alice Salvatore, Andrea Cioffi, Carlo Martelli, Davide Crippa, Gianni Girotto, Sergio Battelli, Simone Valente, Tiziana Beghin in piazza delle erbe a Genova.


sabato 23 aprile 2016

Fossombrone (PU) presentazione della lista e CANDIDATO SINDACO (VIDEO)




SABATO 23 APRILE 2016, dalle ore 1630, presso il 
Ristorante Pizzeria “Il Giardino” di Fossombrone

Vi aspettiamo numerosi !!!!!!

NOI SIAMO PRONTI…. E VOI ?
Venite ad incontrarci alla in occasione della PRESENTAZIONE DEL CANDIDATO SINDACO E DELLA LISTA DEI PORTAVOCE M5S che parteciperanno alle prossime elezioni comunali del 5 giugno 2016.

La squadra è composta da volti nuovi alla politica, ma i nostri ragazzi agiscono da anni sul territorio a difesa del bene comune con determinazione e impegno. Vi illustreremo il programma… Non vediamo l'ora di metterci al servizio della Città e dei Cittadini, con competenza onestà e credibilità! Vi racconteremo il lavoro che abbiamo svolto in questi anni di attivismo e vi spiegheremo in dettaglio i cambiamenti che proponiamo perchè Fossombrone vada a #tuttoGas.

Saranno presenti: 
Andrea CECCONI (portavoce M5S alla Camera dei Deputati) 
Laura AGEA (portavoce M5S al Parlamento Europeo) 
Piergiorgio FABBRI (portavoce M5S al Consiglio Regionale Marche) 
Romina PERGOLESI (portavoce M5S al Consiglio Regionale Marche)

VI ASPETTIAMO #atuttoGas

martedì 19 aprile 2016

Roberto Fico - Il percorso di trasparenza che faremo sarà sempre lo stesso (VIDEO)






Di Battista a Piazzapulita - Il M5S non prende un euro di finanziamento (VIDEO)






Alessandro Di Battista M5S a Otto e mezzo 18/04/2016 (VIDEO)






domenica 17 aprile 2016

#5giornia5stelle del 15 Aprile 2016 #grazieGianroberto



La settimana del 12 aprile è stata la più triste per il M5S, quella in cui il nostro fondatore Gianroberto Casaleggio ci ha lasciato all'improvviso. Ma non ci ha lasciato smarriti e senza bussola, il suo sogno, il suo messaggio sono scolpiti profondamente nella nostra memoria e nei nostri intenti: "E' difficile vincere contro chi non si arrende mai". Il MoVimento non si arrenderà mai, i portavoce non si arrenderanno mai, e per questo anche in una difficile settimana non hanno smesso di lavorare per il futuro e per quel sogno.
Alla Camera sono arrivate infatti al capolinea le riforme costituzionali tanto volute da Renzi e da Maria Etruria Boschi, riforme decise da una maggioranza illegittima e formata da inquisiti, lobbisti e amici degli amici al centro dello scandalo Trivellopoli. I portavoce M5S sono usciti dall'aula per non avallare neppure con la loro presenza un tale scempio, e Luigi Di Maio, Michele Dall'Orco e Nunzia Catalfo hanno spiegato la nostra mozione di sfiducia ad un governo che deve solo andare a casa il prima possibile, altro che toccare la Costituzione.
Ma questa è anche la settimana del referendum contro le trivelle, e il MoVimento non dimentica la sua stella dell'Energia. Al Senato si è approvata a larga maggioranza la nostra mozione sulla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica degli edifici, come spiega Gianni Girotto, mentre alla Camera Michele Dell'Orco interviene con un'interrogazione sul caso del Sottosegretario De Vincenti, ennesimo personaggio legato al governo e coinvolto nello scandalo Trivellopoli. 


Anche i nostri portavoce a Bruxelles stanno combattendo insieme a noi la battaglia per il Sì al referendum, una "battaglia di civiltà" come la definisce Piernicola Pedicini, che invita tutti ad andare a votare. Basta una matita, basta votare per il Sì e si può cambiare la politica energetica del Paese, ci ricorda Dario Tamburrano. E se qualche amico non ha ancora capito perché si deve votare Sì? Gli spiega tutto il portavoce in Sicilia Giampiero Trizzino, con una bella infografica che non lascerà più spazio a dubbi. Fatela girare!
Al Senato, poi, è stata approvata la nostra mozione contro la piaga della sottrazione dei bambini da parte di genitori originari di un altro Paese. La nostra proposta prevede l'istituzione di un coordinamento tra i ministeri per contrastare tale fenomeno, come spiega Enza Blundo.
Infine, buone notizie da Livorno: ce le racconta Gianni Lemmetti, Assessore al Bilancio. E' stato infatti approvato il Bilancio di Previsione fino al 2018, che è risultato solido e che grazie alla soppressione del Patto di Stabilità consentirà di investire ben 20 milioni di euro in opere pubbliche, di non aumentare tasse e imposte ma anzi abbassare in futuro la TARI. Ottimo lavoro!

venerdì 15 aprile 2016

Alessandro Di Battista (M5S) ecco perche votare SI al referendum (VIDEO)



Domenica 17 aprile si vota, c'è il referendum sulle trivellazioni. Vediamo di cosa si tratta. Attualmente la legge italiana già prevede un divieto di nuove trivellazioni in mare entro le 12 miglia dalla costa. Tuttavia Renzi e il PD, qualche mese fa, hanno modificato il Codice dell'ambiente inserendo alcune paroline magiche utili per le compagnie petrolifere. Queste sono state le parole che hanno inserito:

“I titoli abilitativi (le concessioni per le piattaforme petrolifere) già rilasciati sono fatti salvi per la durata di vita utile del giacimento”.

Che significa? Significa che oggi, anche se è proibito trivellare entro le 12 miglia, le concessioni per l'estrazione di gas e petrolio in mare, anche entro le 12 miglia, potranno essere prorogate potenzialmente per sempre, appunto “per tutta la vita utile del giacimento”, quindi fino a quando le società petrolifere lo vorranno.

Renzi dice: “perché non estrarre quel petrolio se le piattaforme già ci sono?”. Qualche distratto potrebbe pensarla come lui. Il problema però è che queste piattaforme estraggono poco petrolio e gas, pagano royalties da fame all'Italia e oltretutto sotto una certa soglia di estrazione annua non pagano proprio nulla allo Stato.

Quindi le compagnie petrolifere hanno tutto l'interesse ad estrarre poco, ma per molto tempo, perché così pagano meno tasse e soprattutto non dovranno smantellare mai le loro piattaforme. E smantellare una piattaforma petrolifera per loro è un costo per la nostra società invece rappresenta una possibilità di nuovi posti di lavoro.


Se domenica 17 vincerà il SI le piattaforme petrolifere entro le 12 miglia cesseranno di estrarre quando scadranno i loro contratti (non il giorno dopo il referendum, quindi non si perderanno posti di lavoro e non aumenteranno le nostre bollette).

Se vincerà il NO o l'astensionismo potranno estrarre per decine e decine di anni anche poco petrolio e gas all'anno e così non pagheranno le tasse, i rischi inquinamento aumenteranno (anche perché molte piattaforme sono ferri vecchi) e soprattutto non dovranno mai tirare fuori qualche milione di euro per smantellarle.

In queste ore Renzi, un premier non eletto da nessuno e Napolitano, uno che è entrato in Parlamento nel 1953 (l'anno della morte di Stalin, lo paghiamo da 63 anni) invitano a non andare a votare. Proprio perché persone così invitano all'astensionismo noi dobbiamo andare a votare. 

Domenica prossima possiamo dare un segnale a questi politicanti che non rispondono agli interessi dei cittadini. E' un'occasione per indicare un altro modello di sviluppo e per dirgli che sono fossili dentro!


Alessandro Di Battista M5S

giovedì 14 aprile 2016

Ultimo saluto a Gianroberto Casaleggio (VIDEO) #CiaoGianroberto







martedì 12 aprile 2016

Salvo Mandarà in giro per l' Italia in Auto elettrica (VIDEO)



Pecoglioni Italia Tour, sono le oltre 100 tappe di Salvo Mandarà  in auto elettrica girando l' Italia il 16 Aprile 2016 EVENTO a Bologna 
SEGUI QUI tutte le notizie:

EVENTO:
https://www.facebook.com/events/760125007421282

GRUPPO FACEBOOK:
https://www.facebook.com/groups/838918059551792/?fref=ts




lunedì 11 aprile 2016

Discorso Matteo Renzi alla Camera dei deputati (VIDEO)





DISCORSO di MATTEO RENZI 
alla CAMERA dei DEPUTATI 11 Aprile 2016


domenica 10 aprile 2016

Luigi Di Maio presenta il Candidato Sindaco M5S di Castelfidardo (VIDEO)




Interverranno: 
Roberto Ascani candidato Sindaco M5S di Castelfidardo (An) 
Luigi Di Maio vice-presidente della Camera 
Fabio Massimo Castaldo Europarlamentare M5S
Andrea Cecconi M5S Camera
Donatella Agostinelli M5S Camera
Patrizia Terzoni M5S Camera
i consiglieri Regionali M5S Marche e tutti i candidati della lista 





Luigi Di Maio presenta il Candidato Sindaco M5S di Mondolfo-Marotta (VIDEO)






Piazza Kennedy ore 16.30 Domenica 10 Aprile Marotta, LUIGI DI MAIO vice-presidente alla Camera e GIOVANNI BERLUTI candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, interverranno assieme ad ANDREA CECCONI parlamentare alla commissione affari costituzionali e i consiglieri regionali GIANNI MAGGI, PIERGIORGIO FABBRI, PEPPE GIORGINI, ROMINA PERGOLESI.


sabato 9 aprile 2016

#5giornia5stelle del 8 Aprile 2016 #trivellopoli



#Trivellopoli: il m5s ha posto la sfiducia al governo Renzi, irrimediabilmente compromesso dalle inchieste sul petrolio lucano ma soprattutto dal comportamento di ministri e sottosegretari, che hanno fatto della legge e del Parlamento un mercato di emendamenti a favore di lobby e parenti.


Da lunedì, poi, alla Camera si discutono le riforme costituzionali volute proprio da questo governo così delegittimato, per questo abbiamo anche chiesto un incontro al Presidente Mattarella. Vogliamo, con lui, parlare di Trivellopoli e chiedergli di rimandare la votazione sulle riforme. La Costituzione non può essere “toccata” da certa gente.


Al Senato intanto il governo reinserisce l’anatocismo bancario, gli interessi sugli interessi come fanno gli usurai, denuncia Laura Bottici. E fa nuove cartolarizzazioni con i soldi che dovevano essere usati per pagare i creditori verso la Pubblica Amministrazione. Nulla viene mai realizzato a favore dei cittadini e dell’economia.


Alessandro Di Battista, in aula alla Camera, chiede al Ministro Gentiloni se non sia ora di dire qualcosa sul caso Regeni. L’Egitto ci mente, un ragazzo italiano è stato ucciso e l’Italia sembra continuare ad abbassare la testa. Cosa ha intenzione di fare il governo? Bisogna essere chiari una buona volta, con il Parlamento e l’opinione pubblica.


Manifestazioni di cittadini a Roma e a Bagnoli. Davanti a Montecitorio le vittime del salvabanche e di Banca Etruria: il nostro Daniele Pesco denuncia come la colpa sia in buona parte della Banca d’Italia, ed Elio Lannutti di Adusbef ricorda come il governo legiferi solo a favore delle banche. In Campania, i cittadini protestano contro il progetto del governo per Bagnoli, fatto per agevolare solo gli imprenditori e non i cittadini, come sostengono Vega Colonnese e il candidato sindaco Matteo Brambilla che presentano in alternativa il progetto M5S.


A Bruxelles la sesta conferenza su Euro promossa dal M5S, con gli illustri economisti Sapir e Oppenheimer. Marco Zanni racconta le conclusioni dei lavori: l’euro si mantiene in vita solo attraverso la violazione delle Costituzioni nazionali, e il tempo che rimane è poco, perché questa estate scadranno 3 miliardi di bond della Grecia e si terrà il referendum Brexit. L’Eurozona è sull’orlo della spallata fatale, rischiando il Grexit e la dissoluzione di tutta l’area.


Uranio impoverito alla Camera. Massimiliano Bernini denuncia come il Ministro Pinotti abbia affermato che “il problema non esiste” proprio mentre muore la 331 vittima, Gennaro Giordano. Oltre 3000 militari italiano soffrono di tumore da uranio impoverito al ritorno da missioni internazionali o per vaccinazioni scriteriate. Tutti gli Stati difendono e tutelano il loro personale, il nostro no.


Infine un “portavoce” speciale. Beppe fa gli auguri a “Il parlamentare che ti serve” che si è tenuto a Bruxelles, dove i portavoce in Europa hanno ospitato e servito la pizza a tanti attivisti. Ignazio Corrao coglie l’occasione per invitarci tutti a votare sì al referendum del 17 aprile.

(beppegrillo.it)

venerdì 8 aprile 2016

Camerano (An) presentazione candidato Sindaco M5S Stefano Defendi (VIDEO)





08 Aprile 2016 Sono intervenuti: 
Cinzia Ferri (Sindaco M5S Montelabbate) 
Gianni Maggi e Romina Pergolesi (M5S Marche) 
Laura Agea (M5S Europa) 
Stefano Defendi Candidato Sindaco di Camerano (An) 
e tutte le persone della lista 



giovedì 7 aprile 2016

Incontro su probabile stoccaggio Gas a Osimo, Peppe Giorgini (M5S Marche) (VIDEO)





Incontro tenuto a Osimo (An) per un probabile stoccaggio di Gas nella località Settefinestre



mercoledì 6 aprile 2016

L'inganno del Governo, il Canone in bolletta #NoCanoneInBolletta (VIDEO)



E' la richiesta della mozione, che mi vede prima firmataria, con cui oggi il M5S vuole eliminare l'inganno del Governo finalizzato al controllo della tv di Stato e dell'opinione pubblica. Il canone in bolletta non servirà a finanziare soltanto la Rai. 
In palese contrasto con i principi affermati dalla Corte costituzionale, le maggiori entrate che deriveranno dal canone in bolletta serviranno a finanziare, da un lato, il Fondo per la riduzione della pressione fiscale, dall'altro, come confermato dalla recente proposta di legge sull'editoria, il Fondo per il pluralismo, ovverosia i giornali e le tv locali.
I cittadini così ci rimettono due volte:


1. Perché pagano per un servizio che non gli viene offerto


2. Perché quello che ricevono è un'informazione distorta, viziata dai finanziamenti della politica.
Le risorse dei cittadini verranno utilizzate per mantenere in vita quotidiani e stampa di regime ormai in profonda crisi costretti ad assecondare i desideri del Governo di turno che li finanzia.

Carla Ruocco (M5S)


martedì 5 aprile 2016

Terroristi dell' ISIS minacciano le centrali nucleari (VIDEO) Giuseppe Onufrio (GREENPEACE)





Che cosa avevano in mente i terroristi islamici che sorvegliavano le centrali nucleari in Belgio? 
Un attacco o un sabotaggio a un reattore nucleare sono pericoli reali? 
Gli attentati di Bruxelles hanno riacceso i riflettori sulla sicurezza delle centrali nucleari in Europa. 
Lo stesso Obama ha messo in guardia sulla nuova strategia dell'Isis che adesso guarda al terrorismo nucleare. 
Per capire come stanno davvero le cose abbiamo intervistato Giuseppe Onufrio, fisico, ricercatore e direttore di Greenpeace Italia.

(M5S Europa)




venerdì 1 aprile 2016

Laura Agea (M5S Europa) Parliamo di fondi Europei a Montemarciano (An) (VIDEO)




Accedere ai fondi Europei è molto importante, si tratta di riprendere indietro i soldi che l'Italia già versa all'Europa e che in realtà noi italiani riprendiamo in minima parte. 
In questo interessantissimo incontro tenutosi a Montemarciano (An) viene spiegato molto bene come fare.


Laura Agea    portavoce al Parlamento Europeo 

Gabriele Gigli    portavoce al Comune di Montemarciano

Andrea Boffi    Europrogettista




LEX: Proposta di Legge (M5S) assistenza e previdenza (VIDEO)



La gestione del denaro versato dai contribuenti nelle casse degli enti previdenziali è un tema spinoso; infatti, dopo il D.lgs. 509/94, molti di questi enti sono stati privatizzati e, di conseguenza, sottratti al sistema di controlli a cui devono essere sottoposti gli organismi di diritto pubblico.
La libertà di gestione del patrimonio assicurata dalla nuova disciplina ha prodotto effetti disastrosi per la maggior parte degli enti di previdenza, i quali si sono lanciati in investimenti tanto rischiosi da creare preoccupanti buchi di bilancio; si è assistito a terremoti giudiziari e contabili dovuti a spese pazze, investimenti spericolati, consulenti in conflitto di interesse, irruzioni di mediatori, gestori, consulenti finanziari, tutti attirati da un tesoro enorme e scarsamente tutelato;
il tutto è avvenuto con i soldi dei cittadini convinti di accantonare denaro per la vecchiaia e che non sapevano invece di finanziare l’acquisto di immobili, azioni e strumenti finanziari che mettevano a repentaglio le proprie pensioni.
La sentenza della Corte costituzionale n. 287 del 1997 ha ribadito che la privatizzazione degli enti previdenziali ha lasciato immutato il carattere pubblicistico dell’attività istituzionale svolta;
in virtù della natura pubblicistica delle funzioni esercitate, gli enti sono sottoposti a diversi tipi di controlli (Ministero del lavoro, MEF, Corte dei Conti, Covip, Commissione parlamentare bicamerale);
tuttavia, il sistema attuale dei controlli è estremamente complesso e frammentato e, di conseguenza, inefficiente, per almeno due fattori principali: la pluralità di soggetti chiamati a vigilare da un lato e per la divaricazione esistente tra l’ambito dei poteri di vigilanza di Covip e i poteri sanzionatori del comparto ministeriale dall’altro lato.
La sentenza del Consiglio di Stato 06014 del 2012 ha ritenuto prevalente la natura pubblicistica degli enti previdenziali privatizzati, “costituendo la privatizzazione una innovazione di carattere essenzialmente ORGANIZZATIVO”e, quindi, legittima l’inclusione di tali enti nell’elenco dell’Istat relativo all’individuazione delle p.a. La natura pubblicistica ha una serie di conseguenze positive, relative: alla natura del bilancio, al regime dei controlli, all’applicazione delle normative relative al pubblico impiego, quali la spending review, alla centralizzazione degli acquisti.


Nell’ambito di una simile cornice, la proposta di legge del MoVimento 5 stelle vuole rendere giustizia alle migliaia di contribuenti che lavorano per garantirsi una vecchiaia dignitosa e, quindi, ha due scopi fondamentali:

il primo è quello di ripubblicizzare gli enti di previdenza e assistenza trasformati in associazioni o fondazioni: essi infatti continuano a svolgere una funzione pubblica, gestiscono la previdenza di milioni di cittadini e, quindi, soldi pubblici;
il secondo obiettivo, strettamente legato al primo, è quello di rendere più severi e stringenti i controlli sulla gestione del patrimonio mobiliare e immobiliare di questi enti; a tal fine si propone di:
·         prevedere la presenza fisica di un magistrato contabile alle sedute degli organi di amministrazione e di controllo dell’ente;
·         attribuire a COVIP competenze di carattere regolatorio, sanzionatorio (facendo valere la responsabilità personale degli amministratori), ispettivo; essa potrà infliggere sanzioni ben più gravi di quelle attualmente previste in caso di violazioni di legge, anche attraverso un incremento delle sue risorse umane e finanziarie;
·         affidare all’Anac il compito di coordinare e monitorare l’attività di controllo posta in essere dalla Covip,
·         introdurre specifiche disposizioni al fine di evitare conflitti di interesse tra advisor e gestori del patrimonio degli enti;
·         accorpare la miriade di Casse create dopo il 1994, suddividendole in 3 aree distinte per attività economica;
·         favorire gli investimenti delle Casse privatizzate verso la tutela sanitaria, l’accesso al credito agevolato, le politiche in favore dei giovani e il loro sviluppo professionale;

·         verificare l’andamento delle dismissioni immobiliari di Casse e Fondi nel rispetto della normativa vigente e tenendo conto dei diritti degli inquilini e, quindi, favorire forme di rent to buy.