giovedì 31 dicembre 2015

Beppe Grillo discorso di fine anno 2015



martedì 29 dicembre 2015

Consiglieri M5S Veneto protestano in aula con mascherine AntiSmog (VIDEO)



Siamo entrati in Aula con le mascherine, contro l'inquinamento della nostra aria che ci sta uccidendo! Ascoltate le nostre proposte, che iniziano proprio dal Palazzo del Consiglio, i cui ambienti sono riscaldati fino a 25 gradi (oltre il limite stabilito dei 18) tenendo le finestre aperte! E poi pretendono di dire a noi cosa dobbiamo fare per ridurre l'inquinamento!! Pazzesco, condividiamo e sensibilizziamo tutti contro l'ipocrisia di questa politica.






Abruzzo: la giunta nasconde il bilancio, M5S occupa i banchi (VIDEO)



Scatto di rabbia per il presidente D’Alfonso che durante la protesta pacifica del M5S reagisce spintonando l’unica donna in aula, Sara Marcozzi.
Il M5S sta occupando pacificamente i banchi della maggioranza per richiedere che prima di discutere il bilancio ed il DEF vengano consegnati i singoli capitoli di spesa, in modo da garantire la tutela dei contribuenti abruzzesi e la trasparenza sui conti di una Regione che è sempre più chiusa in se stessa privilegiando pochi elitari cittadini e lasciando nel baratro tutti gli altri. “La nostra protesta è pacifica un gesto così violento è sintomo di un Presidente che non ha più la lucidità e la capacità di governare. Non sa gestire le opposizioni come pretende di gestire la Regione?”. “Sono settimane che chiediamo i capitoli di spesa del Bilancio” continuano “non ce li hanno mai dati nonostante il nostro diritto ad averli. Oggi ci chiedono di votare e discutere documenti al buio, gli abruzzesi hanno il diritto di conoscere come sono stati spesi e come saranno spesi i loro soldi e noi vogliamo difendere questo diritto.

Il Presidente Luciano D'Alfonso perde le staffe e SPINTONA Sara Marcozzi durante la protesta pacifica del #M5S a tutela dei soldi degli abruzzesi. Guarda cosa fa all’unica donna in aula. #violenzaPD

Posted by Movimento 5 Stelle Abruzzo on Martedì 29 dicembre 2015

domenica 27 dicembre 2015

Veni Vidi Web - Gianroberto Casaleggio (VIDEO)








Veni Vidi Web - Gianroberto Casaleggio http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/veni-vidi-web-gianroberto-casaleggio.html
Posted by Fragole Mature on Domenica 27 dicembre 2015

giovedì 24 dicembre 2015

Maxi aumento di stipendio per Sindaco e giunta di Agrigento (VIDEO)



Avete mai letto un programma elettorale del Pd? O quello di Forza Italia? O quello di chicchessia?
Se l'avete fatto vi sarete accorti che sono colmi di buoni propositi, dei quali però non rimane nulla il giorno dopo.
Così come non basta leggere il menù per capire la qualità di un ristorante, oggi non bastano solo le buone intenzioni, servono persone in grado di onorarle.
Il consiglio comunale di Agrigento torna a far discutere di se. Dopo il clamore mediatico dell'anno scorso innescato da gettonopoli, che provocò pure lo scioglimento anticipato dell'intera amministrazione, oggi sindaco e giunta sono accusati di aver aumentato a dismisura le loro indennità. Una cosa certamente curiosa è che l'assessore che parla in questa intervista di Ballarò è la stessa persona che l'anno scorso guidava la protesta contro i consiglieri dal gettone facile. Il sindaco invece (assolutamente da vedere) perde completamente le staffe. Ad un certo punto rinnega persino se stesso scaricando la colpa ad una "testa di cazzo" là fuori.
Lo so che siete tutti impegnati, che dovete comprare gli ultimi regali di natale, che dovete portare fuori il cane, che dovete organizzare la cena, ma vi consiglio caldamente di investire 4 minuti per vedere questa breve clip, capirete in un attimo che a volte, più delle parole, bisogna stare attenti a chi le pronuncia.

ps.Il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, è il frutto dell'accordo Pd+Ncd. Menù già di suo inguardabile...

Giancarlo Cancelleri 

Maxi aumento di stipendio per Sindaco e giunta di Agrigento http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/maxi-aumento-di-stipendio-per-sindaco-e.html

Posted by Fragole Mature on Mercoledì 23 dicembre 2015

mercoledì 23 dicembre 2015

#5giornia5stelle del 23 Dicembre 2015 #Speculatori (VIDEO)



“Il Presidente della Repubblica ha ricevuto Visco, Presidente della Banca d’Italia, e non ha neanche risposto ai risparmiatori truffati”. E’ la drammatica denuncia di Elio Lannutti di Adusbef, questa settimana ancora in piazza insieme ai clienti delle banche “salvate" e al M5S: siamo noi, dice Carla Ruocco, quella parte della politica sempre accanto alle vittime e che non si arrenderà. Alessandro Di Battista spiega alle persone che il M5S ha le soluzioni per risarcire i truffati. Vogliamo anche che i responsabili paghino, non devono restare impuniti!
Al Senato arriva la legge di stabilità, e Giarrusso denuncia come si tratti della solita mangiatoia per pochi che devasta la scuola, la sanità, il lavoro, e finanzia solo le guerre.
Dall’Europa, Fabio Massimo Castaldo racconta che siamo alle solite: Renzi a Roma tuona contro le sanzioni alla Russia, poi va a Bruxelles e si tira indietro. Anche Manlio Di Stefano, alla Camera, denuncia come tali sanzioni risultino in un vero disastro economico per il nostro Paese.
Sempre da Bruxelles, Piernicola Pedicini spiega come gli accordi COP21 sull’ambiente rappresentino solo un passo indietro, a causa delle “correzioni” operate sulla direttiva dal Consiglio Ambiente della Commissione. Indifferente alle migliaia di morti per inquinamento.
Intanto, il M5S non dimentica la questione TTIP. Cosa c’è dietro?, si chiede Riccardo Fraccaro che insieme ai portavoce Sergio Battelli e Paolo Parentela si è recato alla Farnesina dove dovrebbe essere consultabile il segretissimo accordo che inciderà pesantemente sulla nostra economia e la nostra vita. Ma a disposizione non c’è ancora nulla: per questo il M5S ha avviato un mailbombing al Commissario UE Cecilia Malmstrom. Partecipate tutti, firmate QUI!
Mentre i risparmiatori vengono derubati a suon di decreti, i cittadini sono poi incoraggiati a giocarsi quel che resta a lotterie, azzardo e gratta e vinci. Giovanni Endrizzi, al Senato, continua la battaglia M5S contro la pubblicità ai giochi, un business che porta solo sofferenza.
Per finire, ricordate lo scandalo Volkswagen? Noi sì: Eleonora Evi da Bruxelles ci racconta che il M5S farà parte della nuova Commissione di Inchiesta istituita dal Parlamento Europeo che dovrà vederci chiaro. Vi faremo sapere tutto come sempre.

Barbara Lezzi (M5S) Ballarò ‪#‎redditodicittadinanza‬ agli ultimi e ai poveri (VIDEO)


Barbara Lezzi (M5S) Ballarò #redditodicittadinanza agli ultimi e ai poveri http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/barbara-lezzi-m5s-ballaro.html

Posted by Fragole Mature on Mercoledì 23 dicembre 2015

venerdì 18 dicembre 2015

#5giornia5stelle del 18 Dicembre 2015 #boschiacasa (VIDEO)



"Il ministro Boschi ha un conflitto grande come una banca". Queste parole di Alessandro Di Battista, in aula alla Camera, hanno segnato il giorno della sfiducia M5S a Maria Etruria Boschi: un rappresentante delle istituzioni coinvolto fino al collo nel tracollo di una banca che ha trascinato con sé migliaia di famiglie disperate e truffate. Nella sua autodifesa, peraltro, il ministro Boschi si è completamente dimenticata di loro.
Al Senato Paola Taverna denuncia come della nostra fiducia non godano neppure i ministri Poletti, Lorenzin, Alfano, e naturalmente il Presidente Renzi. Persone che hanno votato qualunque cosa pur di mantenere certi privilegi e certi interessi. Noi vogliamo andare al voto e cambiare!
Riccardo Nuti, invece, racconta come il metodo M5S abbia finalmente sbloccato il voto per i giudici della Consulta, dopo l'impasse a cui PD e Forza Italia avevano condannato il Parlamento. Con i nostri voti, siamo riusciti a far eleggere un alto profilo di nostra scelta e anche a dire la nostra sui nomi proposti dalle altre forze.
Da Bruxelles, il nostro Marco Valli  torna sulla questione Lussemburgo, e su tutti quei Paesi che aiutano le grandi multinazionali a pagare cifre irrisorie di tasse. Occorre attribuire finalmente una responsabilità politica e smettere di sostenere chi è coinvolto.
Quanto è importante la Rai? Chiede Alberto Airola in Senato. Tanto importante che si fa tutto in fretta, perché  il governo non vede l'ora di consegnare i poteri alle persone che sta per nominare e che gli servono a tamponare la perdita di consensi del Paese. Quando saremo noi al governo, invece, la linea guida sarà quella della correttezza e del buonsenso
          
Sono molto contenti i nostri Rosa D'amato e Ignazio Corrao dal Parlamento Europeo: finalmente è passata la nostra proposta secondo la quale i fondi europei si possono utilizzare per smaltire l'amianto.  Ora tocca ai portavoce nelle Regioni sollecitare i bandi per le bonifiche.
Intanto, alla Camera si parla ancora di guerre e di Siria. Angelo Tofalo denuncia gli accordi indicibili dell'Italia con Paesi che sostengono l'Isis, allo scopo di vendere armi e cacciabombardieri. Vogliamo sapere dalla Pinotti cosa va a fare a Riyadh e perché si intrattiene con famiglie collegate alle galassie terroriste, e poi perché siamo sempre sottomessi a Germania, Francia e USA?
Mirko Busto, invece, è stato alla Conferenza del Clima a Parigi. Ci racconta che l'accordo raggiunto non è vincolante ma volontario, non sono stati posti obiettivi chiari, niente emissioni zero e ci si limita alla neutralità climatica. Un accordo debole e persino pericoloso.
Alla Camera nel frattempo si continua a discutere la Legge di Stabilità. I nostri bravissimi portavoce hanno scovato una "marchetta" con la quale si elargivano milioni alla Fondazione della moglie di un deputato. Riccardo Nuti ci racconta tutto.
E dulcis in fundo, una bella notizia di sapore natalizio: al Senato passa la proposta M5S per ampliare lo screening neonatale eliminando discriminazioni tra le Regioni. Contentissima Paola Taverna, che ha lottato molto per questo bel risultato. Auguri a tutti!

giovedì 17 dicembre 2015

Passa risoluzione M5S per trasporti gratis ai disoccupati



Roma, 17 dicembre 2015 - «Trasporti pubblici locali gratis per i disoccupati e i meno abbienti. Una proposta che da mesi il M5S sta spingendo con una risoluzione che finalmente oggi è stata votata all'unanimità - anche dagli altri partiti - dalla Commissione Trasporti della Camera». Lo dicono i deputati del M5S in Commissione Trasporti.
«Abbiamo così impegnato il governo a prevedere nei contratti di servizio misure agevolative per far viaggiare gratis chi ha perso un lavoro da meno di tre anni e chi dichiara meno di 20mila euro. È una risoluzione che ristabilisce equità e soprattutto garantisce il diritto all'accesso al trasporto pubblico per i milioni di cittadini italiani che vivono difficoltà economiche».
Non solo, ma la risoluzione prevede anche misure per aumentare il fondo statale sui trasporti pubblici di 50 milioni l'anno. «Un atto importante - commenta Michele Dell'Orco, primo firmatario della risoluzione - che ha visto il voto unanime di tutti mentre il governo lo voleva bocciare. Quello dei trasporti pubblici locali è un problema gravissimo che attende da anni una riforma organica. Nel frattempo, questo impegno preciso dato al governo riuscirà a dare una risposta alle esigenze più cogenti». 

BOSCHI - Affari di Famiglia - CASA NOSTRA (VIDEO)








BOSCHI....affari di famiglia....CASA NOSTRA !!
Posted by Fragole Mature on Giovedì 17 dicembre 2015

lunedì 14 dicembre 2015

Sabina Guzzanti - TG Porco 14/12/2015 (VIDEO)



Chi avrebbe mai sospettato che DE LUCA un giorno sarebbe stato sospettato di aver corrotto un giudice per aggirare la legge Severino?
Chi avrebbe mai sospettato che i giudici potessero essere sospettati di essere corrotti? Di emettere sentenze contro ogni logica, in cambio di un buon posto di dirigente?

L’itagliano medio non può nemmeno prendere in considerazione che questo sia possibile.

Con l’occhio a mezz’asta l’itagliano fissa il TG che da giorni contiene una parola conosciuta e sconosciuta allo stesso tempo: “STABILITA’” .

L’itagliano non ha capito nemmeno che la stabilità sarebbe la finanziaria che gli hanno cambiato nome da quando è stato introdotto il fiscal compact, cioè da quando siamo costretti a versare 50 miliardi all’anno per appianare il debito.

L’itagliano medio è interessato soprattutto a quanto lo pagano se li vota. Stavolta Renzi è in difficoltà e l’itagliano sa che può chiedere di più degli 80 euri dell’ultima volta.

L’itagliano medio è contento così, per questo è destinato all’ESTINZIONE.
Solo i più smagati riusciranno a sopravvivere al massacro dei tagli, dello sperpero di fondi a scopo elettorale e allo smantellamento dei diritti.

Il TgPorco è tornato per metterci in salvo.
Benritrovati! 

Grazie a tutti voi che anche con pochi euri, state aprendo uno spazio di satira libera.
Continuate a sostenerci, se volete, a questo link http://www.tgporco.it/donazioni

E visto che siete i nostri produttori: che ve ne pare di questa nuova formula? E’ molto più lungo, avete notato? Tre pezzi lunghi, più due cazzate, che ve ne pare? 

Un grande abbraccio da me e da tutto il gruppo di porcelli ribelli
OINK OINK


(FONTE)

domenica 13 dicembre 2015

sabato 12 dicembre 2015

FABRIZIO CORONA sconta la pena in Discoteca




Si parla tanto di certezza della pena....come mai Fabrizio Corona, affiidato alla comunita' di don Mazzi, fa una serata in una discoteca delle Marche il Sottovento di Numana?
Bel modo di espiare la pena...ci auguriamo che cio' valga per tutti i detenuti e non solo per i vips.
Grazie don Mazzi, grazie Barbara d'Urso per l'interessamento....

giovedì 10 dicembre 2015

Matteo Renzi aereo di Stato non vola senza pilota (VIDEO)



Aereo di Stato. Nuovo, bello, ma ancora a terra. Dopo l'annuncio dell'acquisto in leasing del nuovo "Air Force One" da parte di Matteo Renzi, il gigante dei cieli è ancora chiuso in un hangar. 
Perché?
A scoprirne il motivo è un servizio di Striscia la Notizia, andato in onda ieri sera. Max Laudadio ha intervistato un pilota di lungo corso che, a volto coperto, ha scoperchiato l'ipocrisia del presidente del Consiglio. "L'aereo è a terra - dice - perché l'aeronautica sta mandando i piloti ad ottenere l'abilitazione al pilotaggio di questa macchina". "Nessun pilota dell'aeronautica - continua - che sono quelli che dovranno pilotare quell'aereo ha al momento l'abilitazione necessaria".
Insomma, Renzi ha comprato a suon di quattrini un aereo che nessuno nell'aviazione italiana sarebbe in grado di pilotare. E l'ha pagato per tenerlo fermo ai box. Ma non solo.
Ci sono problemi anche per quanto riguarda l'aeroporto. Di solito, infatti, i voli di Stato partono e atterrano a Ciampino. "Con quel tipo di velivolo - aggiunge però il pilota intervistato - non sarà possibile: avrebbe problemi di rullaggio, perché ha le ali molto larghe e potrebbero esserci problemi di ostacoli".
Ma allora, perché Renzi ha comprato l'Airbus 340-500 a leasing da Ethiad? Una sorta di "do ut des", considerando che Ethiad è la compagnia che ha salvato Alitalia dal fallimento e che l'affitto dell'Airbus ha un costo mensile sull'ordine dei milioni di euro (175 milioni di euro il suo costo effettivo).
Le alternative, dice il pilota intervistato, ci sarebbero state. "Forse non hanno interpellato l'aeronautica militare prima di acquistarlo. E non si capisce da dove sia scaturita la decisione di prenderlo: con quelli che ci sono si poteva fare benissimo lo stesso".

Matteo Renzi aereo di Stato non vola senza pilota http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/matteo-renzi-aereo-di-stato-non-vola.html

Posted by Fragole Mature on Mercoledì 9 dicembre 2015

Luigi Di Maio (M5S) Porta a Porta - Dalle parole ai fatti (VIDEO)


Luigi Di Maio (M5S) a Porta a Porta - Dalle parole ai fatti http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/luigi-di-maio-m5s-porta-porta-dalle.html

Posted by Fragole Mature on Mercoledì 9 dicembre 2015

mercoledì 9 dicembre 2015

Le IENE bloccano un servizio su MATTEO RENZI e spese pazze (VIDEO)

Un servizio delle Iene su Italia1 già pronto per la messa in onda è stato fermato a poche ore dall'inizio della puntata del 23 novembre. 
Il lavoro riguardava la vicenda degli scontrini di renzi nel periodo in cui è stato presidente della provincia e poi sindaco di Firenze.

Le IENE bloccano un servizio su MATTEO RENZI e spese pazze

Posted by Fragole Mature on Mercoledì 9 dicembre 2015

domenica 6 dicembre 2015

Filippo Nogarin Sindaco M5S di Livorno, risponde alle accuse de L'UNITA'



Carissimo De Angelis,
mi vedo costretto a rispondere all’articolo di Maddalena Carlino pubblicato su l’Unità di sabato 5 dicembre, secondo il quale il sottoscritto non avrebbe pagato la tassa per i rifiuti per un appartamento che ho affittato a cavallo tra il 2014 e il 2015.
Così fosse non solamente avrei contribuito, seppur nel mio piccolo, al dissesto di AAMPS, ma secondo la giornalista non sarei degno e credibile per poter continuare a rivestire l’incarico di sindaco di Livorno.

Mi spiace davvero tanto deludere i lettori dell’Unità, perché non spettava al sottoscritto il pagamento della tassa dei rifiuti, in quanto “ai sensi dell’art.14 DL 201/2011, convertito in L. 214/2011 (istitutivo della tares) al comma 6 in caso di utilizzo temporaneo di durata non superiore a 6 mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà usufrutto uso abitazione superficie”.
Il locale è stato da me affittato per 5 mesi nel 2014 e altrettanti nel 2015, e, in base a quanto sopra riportato, è rimasto quindi a carico del locatore il quale, diversamente, avrebbe dovuto fare la dichiarazione all'ufficio tributi già a gennaio 2015; ho provveduto a disdettare il contratto a maggio.
Ad essere pignolo in ogni caso non avrei gravato sulle casse di AAMPS ma del Comune stesso in quanto spetta all’Amministrazione Comunale riscuotere la tassa dei rifiuti per poi pagare quanto previsto dal contratto di servizio.
Dispiace vedere il quotidiano fondato da Antonio Gramsci pubblicare articoli infamanti da vera e propria macchina del fango, senza neppure avere la compiacenza di verificare le fonti.
È un curioso modo di fare giornalismo il vostro, perché tutto sommato, sarebbe bastato fare una telefonata, invece di farci un articolo in prima pagina.

       Filippo Nogarin
Sindaco M5S di Livorno

Dietro l' ISIS gli USA (VIDEO in 7 minuti)



I cabarettisti Uthoff e Von Wagner spiegano la situazione del Medio Oriente, come sempre con la comicità. 
Il modo migliore per far capire alle masse la verità. 
Il video è di circa un anno fa, e spiega tutto in modo professionale: dietro l'ISIS c'è lo zampino degli USA.


Die Anstalt, SETTEMBRE 2014

Dietro l' ISIS gli USA (in 7 minuti) http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/dietro-l-isis-gli-usa-video-in-7-minuti.html

Posted by Fragole Mature on Sabato 5 dicembre 2015

venerdì 4 dicembre 2015

II fascia d'istituto: #RIPARTIAMODAQUI (VIDEO)



IL M5S INCONTRA I 180 MILA DOCENTI ESCLUSI DALLA RIFORMA RENZI-GIANNINI. 

Venerdì 4 dicembre, ore 14, presso l'Auletta dei gruppi parlamentari.

Questi docenti, tutti abilitati, appartengono a quattro diverse categorie che hanno in comune il fatto di essere stati ignorati dal piano di assunzioni della riforma Renzi-Giannini.

All'incontro sono intervenuti i nostri parlamentari: Silvia ChimientiSimone ValenteAlessandro Di BattistaGianluca VaccaLuigi GalloMichela Montevecchi ed Enza Blundo.





II fascia d'istituto #RIPARTIAMODAQUI http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/ii-fascia-distituto-ripartiamodaqui.html
Posted by Fragole Mature on Venerdì 4 dicembre 2015

A Putin le sanzioni, alla Turchia i Miliardi (VIDEO)








A Putin le sanzioni, alla Turchia i Miliardi http://fragolemature.blogspot.com/2015/12/a-putin-le-sanzioni-alla-turchia-i.html
Posted by Fragole Mature on Venerdì 4 dicembre 2015

Andrea Cecconi - Ospedali Riuniti Marche Nord: La nuova Direttrice nominata dal PD



“L’archiviazione disposta dal GIP di Ancona nei confronti di Maria Capalbo ha dei risvolti grotteschi e dice molto sulle modalità di gestione della sanità marchigiana, costantemente orientata al tornaconto politico piuttosto che al bene dei cittadini.” A dirlo è Andrea Cecconi, commentando l’archiviazione dell’accusa di abuso d’ufficio nei confronti della novella direttrice di Ospedali Riuniti Marche Nord.“A fronte delle accuse di aver ottenuto la nomina a direttore di area vasta in assenza dei requisiti di legge e grazie all’attestazione compiacente del suo superiore, il dott. Aldo Ricci, infatti, la magistratura non fa altro che confermare gran parte dei fatti, pur trovandosi costretta all’archiviazione per non incorrere in prescrizione.”

“Relativamente alle circostanze di fatto – prosegue il deputato dei 5 Stelle – il Giudice non ha dubbi circa l’effettiva mancanza dei requisiti di legge della Capalbo al momento della sua richiesta di inserimento nelle liste degli abilitati alla direzione di area vasta. Eppure la dirigente ha presentato domanda e il suo superiore ne ha attestato la veridicità. Nel giro di poco tempo, poi, la signora beneficiava di una nomina squisitamente politica e diventava dirigente dell’Area Vasta 1, quella dello scandalo delle ambulanze, per capirci.”

“Oltre al danno la beffa – prosegue – dato che da qualche mese, nonostante il giudizio pendente e le evidenti lacune nella gestione dell’area vasta, il Governatore Ceriscioli ha scelto Maria Capalbo come direttrice di Marche Nord, premiandola ulteriormente, per chissà quali meriti.”

“Siamo costretti a constatare che, dopo aver promesso cambiamenti epocali in campagna elettorale, Ceriscioli conferma, una volta di più, di essere prima di tutto al servizio del proprio partito, il PD, esattamente come Spacca prima di lui.” Conclude Cecconi “I cittadini marchigiani meriterebbero di essere governati da qualcuno che abbia l’unico obbiettivo di gestire al meglio la Regione e le sue funzioni ma purtroppo così non è.”

         Andrea Cecconi
Deputato Movimento 5 Stelle

giovedì 3 dicembre 2015

Alessandro Di Battista (M5S) spiega il Patto del Nazzareno (VIDEO)



La questione delle “spese pazze” di Renzi quando era Presidente della provincia di Firenze e sindaco di Firenze mi puzza moltissimo.
Il Comune di Firenze infatti non ci vuole dare scontrini ricevute e inoltre un servizio de “Le Iene” al riguardo è stato bloccato da Mediaset e non è mai andato in onda. Ne ho appena parlato alla Camera dei Deputati perché è una delle tante prove della persistenza del Patto del Nazareno tra Renzi e Berlusconi. Patto mai concluso!

Credo che sia nell'interesse di tutti vedere quel servizio. La redazione de Le Iene 

potrebbe metterlo sui social, avrebbe un successo garantito. Vi chiedo quindi di scrivere a Le Iene. E di farlo sui social così sarà visibile.
Potete copiare e incollare questo messaggio sulla pagina FB de Le Iene https://goo.gl/0s5sVF oppure in un tweet da inviare a @redazioneiene:

- Care “Iene”, vogliamo vedere il vostro servizio sulle spese di Renzi. Per favore diffondetelo sui social al più presto -

MARINO L'HANNO “DIMESSO” DAL NOTAIO PER SPESE INFINITAMENTE INFERIORI A QUELLE EFFETTUATE DA RENZI!

mercoledì 2 dicembre 2015

Il Consorzio di Bonifica destina 3 milioni di euro all'entroterra per la manutenzione dei fiumi minori



La decisone presa nel corso dell'ultima Assemblea regionale

Ben 3 Milioni di euro saranno destinati dal Consorzio di Bonifica all’entroterra marchigiano. Serviranno per la manutenzione straordinaria del reticolo idrografico minore e per rendere i territorio più sicuri e meno soggetti al dissesto idrogeologico. A deciderlo è stata l’Assemblea regionale del Consorzio (costituita da sindaci, rappresentanti degli agricoltori, artigiani e associazioni ambientaliste) che ha anche stabilito di “partire” proprio dalle zone montane, che in passato hanno meno beneficiato dell’attenzione degli enti.

“Del resto i fiumi occorre metterli in sicurezza già dove nascono – sottolinea Michele Maiani, presidente dell’Assemblea regionale - solo così si potranno evitare le frequenti situazioni critiche che si verificano alla foce”. Per quanto riguarda i Comuni e le aree che beneficeranno dei fondi  Maiani ha le idee chiare: “A stabilire le priorità saranno le stesse Unioni dei Comuni – mette le mani avanti – che stanno già raccogliendo e predisponendo i progetti. Il tutto sarà poi concertato con la Regione e le Provincie . I primi interventi partiranno già nella prossima fine primavera, quando sarà finito il fermo riproduttivo”.

Ma dall’Assemblea regionale del Consorzio sono emerse anche tante altre indicazioni strategiche per il territorio. Per esempio si è parlato della manutenzione straordinaria delle strade interpoderali e vicinali di tutta la Regione. “E’ in previsione la costituzione dei consorzi stradali – chiarisce Maiani – chiesti a gran voce da più fronti. In tale ambito il Consorzio supporterà i Comuni nella consulenza tecnica e amministrativa sia per la costituzione dei consorzi stradali che per il reperimento delle risorse del Psr”.
 
Nel corso dell’assemblea l’organo rappresentativo del Consorzio ha poi approvato il Budget 2016. “Finalmente il Consorzio  – conclude Maiani – ha pagato i debiti dei vecchi  Consorzi e ora lavora in attivo, facendo interventi per migliorare il territorio”. Entro la fine dell’anno infine, l’Ente presenterà il bilancio dei sopralluoghi eseguiti, dei lavori assegnati e di quelli compiuti nei 6 comprensori regionali e presenterà le linee guida approvate per la redazione del Piano generale di bonifica che sarà approvato nel corso del 2016. 

(Consorzio di Bonifica delle Marche)