domenica 31 maggio 2015

Affluenza alle urne alle ore 23 nelle 7 Regioni al voto


i risultati verranno aggiornati in TEMPO REALE


LIGURIA:                50,7%                  6 seggi M5S
VENETO:                 57,2%                  5 seggi M5S
TOSCANA:              48,2%                  5 seggi M5S
MARCHE:               49,7%                  5 seggi M5S
UMBRIA:                 49,8%                  1 seggi M5S
PUGLIA:                  51,2%                  7 seggi M5S
CAMPANIA:            51,9%                 7 seggi M5S

__________________________________________________

LIGURIA       50,7%

Genova:                     49,78%
Imperia:                    46,73%
La Spezia:                 51,54%
Savona:                     52,55%
______________________________________________

VENETO      57,2%

Belluno:                    43,35%
Padova:                     60,84%
Rovigo:                      55,59%
Treviso:                     54,18%
Venezia:                    56,83%
Verona:                     58,77%
Vicenza                      58,31%
______________________________________________

TOSCANA      48,28%

Arezzo:                      50,01%
Firenze:                     48,73%
Grosseto:                   49,00%
Livorno:                    46,26%
Lucca:                       45,90%
Massa-Carrara:       45,52%
Pisa:                           50,46%
Pistoia:                       47,00%
Prato:                         45,82%
Siena:                         51,51%
______________________________________________

MARCHE      49,7%

Ancona:                     52,10%
Ascoli:                        47,33%
Fermo:                       50,73%
Macerata:                  47,17%
Pesaro-Urbino:         50,58% 

Risultati finali della Regione Marche: 

Luca Ceriscioli (PD) nuovo governatore con il 41,07% 
Gianni Maggi (M5S) al 21,78% 
Francesco Acquaroli al 18,98% 
Spacca al 14,21% 
Mentrasti al 3,96%.
______________________________________________

UMBRIA      49,8%

Perugia:                    56,12%
Terni:                        55,82%
______________________________________________

PUGLIA      51,2%

Bari:
B.A.T.:
Brindisi:
Foggia:
Lecce:
Taranto:
______________________________________________

CAMPANIA      51,9%

Avellino:                    46,42%
Benevento:                42,20%
Caserta:                     54,09%
Napoli:                       53,75%
Salerno:                     51,19%
______________________________________________










venerdì 29 maggio 2015

#5giornia5stelle del 29 Maggio 2015 - #tuttaunaltrastoria

Si chiama Antonella: è la prima cittadina italiana ad aver avuto accesso al Microcredito di Stato, finanziato anche dal taglio degli stipendi dei parlamentari M5S. Ha ottenuto il microcredito per la sua azienda di prodotti bio ad appena due giorni dal click day, partito proprio questa settimana. Una settimana, insomma, davvero storica per tutti noi.
Da Bruxelles invece arriva una notizia che non ci piace: il tristemente noto TTIP, trattato sul commercio euroatlantico, comincia i suoi primi passi in Commissione con il voto di PPE e Socialisti. Abbiamo ancora tempo per fermare questo massacro dell’economia europea, e ci proveremo in ogni modo, come testimonia la nostra Tiziana Beghin (EU).
Tornando in Italia, visitiamo il porto di Napoli insieme al portavoce in Senato Andrea Cioffi e a Valeria Ciarambino, alla scoperta di tutti i problemi lasciati irrisolti in questa importante risorsa ancora paralizzata per il commissariamento.
La cosiddetta “buona scuola” di Renzie, poi, è arrivata in Senato. La nostra Manuela Serra fa un po’ di apriscatole e ci racconta come funzionano davvero le audizioni in commissione: una sfilata di insegnanti, sindacati ed esperti che il governo fa solo finta di ascoltare.
Tornando al Parlamento Europeo, il portavoce Marco Zanni (EU) ci racconta il lavoro di “controlobbying” del M5S in Commissione finanza perarginare lo strapotere delle banche su Stati e cittadini.
Sotto la pioggia, poi, siamo stati sotto il Ministero dello Sviluppo Economico insieme ai 200 lavoratori di Volterra in odor di licenziamento. Li ha intervistati per noi la portavoce al Senato Sara Paglini.
Da Senato una delle nostre stelle, l’energia. Gianni Girotto ci spiega la proposta che il M5S ha presentato per la ristrutturazione energetica di migliaia di edifici, proposta che porterà anche alla creazione di moltissimi posti di lavoro.
Infine, un piccolo promemoria in occasione delle elezioni regionali: tutte quello che il M5S ha già realizzato per i cittadini, dal Parlamento ai Comuni. Adesso pensate se governassimo noi! 

Il TG del Movimento Cinque Stelle da far vedere ad...amici...parenti...famigliari...tramite TABLET...SMARTPHONE...PC...siamo attivisti informiamo i cittadini disinformati e teniamoli al corrente di quanto succede nelle aule dei palazzi 

Luigi Di Maio (M5S) Otto e mezzo - Avere le mani libere (VIDEO)


mercoledì 27 maggio 2015

Alice Salvatore (M5S) Skytg24 - Candidata alla Presidenza della Regione Liguria (VIDEO)


#5giornia5stelle del 22 maggio 2015 - #ecogiustizia

Legge Ecoreati: la più bella vittoria del M5S, la più bella per i cittadini, la più bella per il nostro Salvatore Micillo primo firmatario, che si è commosso ascoltando il discorso di Paola Nugnes al Senato nel giorno in cui abbiamo votato il nostro forte SI. Una settimana davvero bella per l’ambiente.
Un po’ meno bella, invece, per la scuola. Tra le proteste di cittadini e insegnanti in piazza Montecitorio, alla Camera è passata la “buona scuola” di Renzi, il quale ha avuto persino il coraggio di scrivere ai docenti come ci ricorda Massimiliano Bernini. Non c’è stato verso di far capire al premier che doveva cambiare la legge, forse avremmo dovuto fargli un disegnino alla lavagna. Ma Silvia Chimienti gliele ha comunque cantate chiarissime in aula.
Una brutta storia anche quella del giornale l’Unità: Alessio Villarosa ci racconta la sua interrogazione al governo, con cui chiede perché di grazia i cittadini dovrebbero pagare con i loro soldi i 100 milioni di debiti del giornale di partito del PD. Risponderanno?
I nostri Roberta Lombardi, Andrea Cioffi, Michele Dell’Orco e Marco Scibona sono andati poi a Fiumicino, per un’ispezione sui luoghi dell’incendio. Molti sono ancora i lati oscuri della vicenda, come l’apertura del molo T3 e le condizioni dei lavoratori nella zona del disastro. Il M5S continuerà a monitorare la situazione.
Evento storico, poi, per i nostri portavoce a Bruxelles. Anzi, gli eventi storici sono stati due: per la prima volta il Parlamento europeo ha approvato a larghissima maggioranza un rapporto scritto e presentato da un portavoce del Movimento 5 Stelle, e per la prima volta è stato discusso ed emendato dai cittadini grazie al sistema operativo LEX. Il rapporto, relativo alla sanità, è firmato da Piernicola Pedicini (EU) che ci spiega tutto.
I nostri portavoce sono stati poi anche a Cagliari, per l’inaugurazione di un servizio ai cittadini: lo sportello di aiuto su Equitalia dedicato a chi, vessato dal riscossore, è rimasto solo e ha bisogno di una mano per districarsi tra cartelle pazze e firme illegittime. Emanuela Corda e Carlo Sibilia ci hanno fatto da inviati.
Un evento importante per tutti coloro che si occupano di cultura: Alberto Airola e Isabella Adinolfi (EU) ci invitano, il prossimo 26 maggio, a Villa Borghese per il workshop “La cultura ti finanzia”, organizzato da M5S e MibAct. Se lavorate in campo creativo e pensate ai fondi europei non potete mancare.
Infine, la legge sulla corruzione: è arrivata in aula, e noi abbiamo votato “no”. Siamo forse diventati amici dei corrotti, come scrivono i giornali? Macché. Il nostro Andrea Colletti ci rivela quello che giornali e tv di regime non dicono, su una legge che è servita solo per qualche trionfalistico tweet. 
Il TG del Movimento Cinque Stelle da far vedere ad...amici...parenti...famigliari...tramite TABLET...SMARTPHONE...PC...siamo attivisti informiamo i cittadini disinformati e teniamoli al corrente di quanto succede nelle aule dei palazzi 


mercoledì 20 maggio 2015

Alessandro Di Battista sbugiarda tutti i politici LA7 diMarteDì 19/05/2015


Floris mi ha incalzato, mi ha interrotto spesso. Mi ha trattato senza alcuna sudditanza. Così si deve fare! E' stato pignolo quando si è parlato delle coperture del reddito di cittadinanza e ha fatto bene. Quello che chiediamo è che tutti gli esponenti politici vengano trattati come trattano noi del M5S. 

Il giornalista ha il dovere di incalzare il politico ma ha il dovere anche di sbugiardarlo. C'è chi va in TV oggi a criticare la legge Fornero (un'infamità) ma o l'ha votata (PD e FI) o si allea con chi l'ha votata (LEGA). 

Poi c'è chi dice “io non ero al governo”. Lo fanno gli attuali ministri del governo Renzi. Ma se avessero davanti un giornalista che gli ricordasse: “tu non eri al governo ma tu l'hai votata!” sprofonderebbero nel ridicolo all'istante.

Ho iniziato il mio intervento da Floris proprio ricordando chi ha votato la legge Fornero. Lui sembrava stranito ma forse è stata una mia impressione sbagliata.

I telespettatori sono cittadini, vanno trattati con sacralità. Quando un Floris, un Vespa, un Giannini invitano un ospite politico dovrebbero scrivere in sovra-impressione i carichi pendenti che ha. I cittadini devono sapere. 

Esempio: “Stasera abbiamo con noi Vincenzo De Luca” e in sovra-impressione la scritta “candidato PD alle elezioni regionali in Campania – condannato in I grado per abuso d'ufficio”. 

Così facendo l'Italia diverrebbe un paese normale in un paio di settimane. A riveder le stelle! 


#5giornia5stelle del 15 Maggio 2015 - #D'istruzione

Il TG del Movimento Cinque Stelle da far vedere ad...amici...parenti...famigliari...tramite TABLET...SMARTPHONE...PC...siamo attivisti informiamo i cittadini disinformati e teniamoli al corrente di quanto succede nelle aule dei palazzi 

venerdì 15 maggio 2015

Marcia 5 Stelle Perugia - Assisi per il reddito di cittadinanza (VIDEO)







lunedì 11 maggio 2015

#5giornia5stelle del 8 Maggio 2015 - #labandadeglionesti

Sospesi. 59 parlamentari del M5S, l'unica vera opposizione, sospesi per un totale di oltre 600 giorni dalle sedute della Camera. La loro colpa? Aver gridato "Onestà, onestà!" mentre i partiti della maggioranza massacravano la Costituzione con le loro insensate riforme. Gridare onestà, in Parlamento, è ora un reato, e infatti anche Beppe ci è venuto a trovare e ci ha molto rimproverato: che non si ripetano mai più parole come "onestà" o "etica" davanti ai partiti! E' per loro un'offesa terribile!

Intanto anche al Senato ci fanno passare da cattivi, perché non abbiamo votato la legge per abolire il vitalizio ai parlamentari condannati. Ma noi l'avremmo votata... se l'avesse davvero abolito! Il problema è che è una legge piena di distinguo e che alla fine conserva il vitalizio praticamente a tutti. Ce lo spiegano Riccardo Nuti, Barbara Lezzi e Carlo Martelli.
Quando si tratta di banche, invece, i partiti lavorano sempre al meglio: arriva l'ennesimo aiuto di Stato mascherato e stavolta tocca al Monte dei Paschi di Siena, a cui noi cittadini (a nostra insaputa) abbiamo elargito ben 110 milioni di euro. D'altronde, il Montepaschi è roba del PD e quindi è obbligatorio salvarlo. Dell'aiutino ci spiegano tutto Marco Valli (EU) e Alessio Villarosa.

La riforma della scuola, fiore all'occhiello del governo, è riuscita a far arrabbiare l'intero mondo scolastico. Sono scesi in piazza centinaia di migliaia di docenti, studenti e genitori per protestare, e noi non abbiamo fatto mancare il nostro supporto. Ce ne parlano Francesco D'Uva, Michela Montevecchi e Nicola Morra.

Al Senato si è parlato anche di Sardegna, e dei sui grandi problemi riguardanti in particolare il lavoro. La nostra Manuela Serra è intervenuta in aula, e ha riepilogato non solo i disastri ambientali, ma anche la devastazione dell'agricoltura e la corruzione legata al settore energetico e all'inquinamento.
Infine, appuntamento a Perugia il 9 maggio: migliaia di cittadini in MoVimento per una grande marcia che chiede un futuro per il Paese. Un futuro che si chiama Reddito di Cittadinanza.
Il TG del Movimento Cinque Stelle da far vedere ad...amici...parenti...famigliari...tramite TABLET...SMARTPHONE...PC...siamo attivisti informiamo i cittadini disinformati e teniamoli al corrente di quanto succede nelle aule dei palazzi 

Grilloleaks intercettazioni M5S audio integrale (grillo-leaks.com)

Il sito grillo-leaks.com è stato oscurato, questo è l'audio integrale delle discussioni tra Beppe Grillo e i dissidenti M5S, primo in testa a tutti Massimo Artini

martedì 5 maggio 2015

Elicottero e Aerei di Stato per i comizi di RENZI in Trentino



LA SUA PROPAGANDA CI COSTA 26MILA € L'ORA! ‪#‎RENZICOTTERO‬
Renzi continua a gettare i soldi dei contribuenti dal finestrino. Per il suo tour di propaganda in Trentino-Alto Adige, in vista delle prossime elezioni amministrative, il segretario del Pd ha utilizzato ancora una volta elicottero e voli di Stato. Ben due aerei, uno per il premier e i parlamentari Pd in qualità di personale di bordo, l'altro per il suo staff, tra cui cinque cameraman, un fotografo, due tuttofare e il capo del cerimoniale di Palazzo Chigi. Naturalmente è stato messo a disposizione anche l'immancabile Renzicottero per il trasferimento tra un punto e l'altro della campagna elettorale. Inoltre, per la cerimonia di accoglienza del capo Pd, si è dovuto utilizzare un aereo dei Carabinieri con cinque alti ufficiali.

Un'intera flotta aerea al seguito di Renzi per i tre comizi previsti a Trento e Bolzano, più le visite istituzionali tra questi appuntamenti. Sembra House of Cards, ma in realtà è House of Casta: l'ostentazione più insopportabile degli sprechi e dei privilegi, un autentico insulto alle difficoltà del Paese da parte del ducetto Pd. Il costo operativo dell'elicottero è di 8.400 euro l'ora, quello di ciascun aereo di Stato è di 9.000 euro l'ora: il costo totale della propaganda volante di Renzi in Trentino-Alto Adige è di oltre 26mila euro l'ora solo per gli spostamenti.
Renzi sperpera i soldi pubblici in maniera ignobile. I portavoce a 5 stelle, indipendentemente dalla carica ricoperta, utilizzano i normali mezzi di trasporto per tutte le attività istituzionali, perfino il Presidente della Repubblica viaggia regolarmente in treno. Renzi invece, per fare tre comizi, ha bisogno di due aerei e un elicottero pagati dai contribuenti. Abbiamo già presentato un esposto alla Corte dei Conti sulle spese pazze del segretario Pd, dovrà rispondere di questa scellerato sperpero di risorse pubbliche. D'altra parte solo spostandosi in volo può sperare di evitare le proteste dei cittadini: altro che "la mia scorta è la gente", la stragrande maggioranza dei cittadini non vede l'ora di mandarlo a casa: il nominato premier scenda dall'elicottero e tolga il disturbo. 

sabato 2 maggio 2015

#5giornia5stelle del 2 maggio 2015 #fascistellum

"E' normale mettere la fiducia sulla legge elettorale come in epoca fascista?" 
Questo si chiedono i nostri Davide Crippa e Fabiana Dadone in aula alla Camera, e questo si chiede tutto il M5S insieme ai cittadini italiani. E' stata una settimana che purtroppo resterà nella Storia, come spiega Andrea Colletti illustrando le assurdità di questa legge che porterà un uomo solo al comando. 

Un uomo che ha fatto gran vanto anche dell'apertura dell'Expo, come se fosse merito suo, ignorando ritardi, corruzione e malaffare. Paola Carinelli, insieme a Mattia Calise portavoce a Milano, ci mostra la situazione dei lavori nel giorno dell'apertura. Arresti inclusi.

Al Senato intanto si è votata un'altra "porcata", come la definisce Vito Crimi: l'ennesima delega in bianco per riformare la Pubblica Amministrazione. Delega doppia: il governo potrà perfino cambiare, in seguito, la legge già approvata in Parlamento! 

Ma non è finita qui, per passare alla Storia il governo ci si mette d'impegno. Persino facendo cassa sulle spalle dei disabili, con il nuovo calcolo del'ISEE. Giulia Di Vita ci spiega come il M5S stia combattendo in ogni modo questa ennesima cattiveria ai danni dei cittadini.

Intanto, in Europa, il M5S fa ancora sentire la sua voce contro le spese dell'Europarlamento, con Andrea Valli che a Strasburgo sottolinea ancora una volta... che si potrebbe rimanere semplicemente a Bruxelles, invece di buttare milioni per trasferte mensili! E poi Laura Agea, che sciorina gli sprechi che fa l'Italia dei fondi europei a spese dei giovani.

Il M5S non dimentica neppure un'altra delle sue battaglie più importanti: la legge sugli ecoreati. In un convegno al Senato si è ancora una volta sottolineata l'urgenza della sua approvazione, in particolare per la Terra dei Fuochi, come spiegano Paola Nugnes e Vilma Moronese.

Infine, in aula alla Camera, Luigi Di Maio porta alla luce un altro scandalo: sapete chi controlla i bilanci delle cooperative? La Lega delle Cooperative! Ma non solo: il ministero dello Sviluppo stanzia altri 300 milioni per le coop, premiando di fatto chi si è macchiato di reati di corruzione. Capito in che mani siamo?

Il TG del Movimento Cinque Stelle da far vedere ad...amici...parenti...famigliari...tramite TABLET...SMARTPHONE...PC...siamo attivisti informiamo i cittadini disinformati e teniamoli al corrente di quanto succede nelle aule dei palazzi