lunedì 9 febbraio 2015

Manlio Di Stefano (M5S) Un salto indietro di 20 anni (VIDEO)


Forse non tutti sanno che, con l'elezione di Sergio Mattarella, potremmo assistere per la seconda volta a un Presidente della Repubblica italiano che si reca a testimoniare per il processo sulla trattativa stato-mafia.

Eh sì perché Sergio Mattarella è stato inserito, dagli avvocati di Nicola Mancino, tra i testimoni per chiarire il motivo per il quale la Democrazia Cristiana, sotto il governo Amato nel 1992, sostituì il Ministro dell'Interno Scotti (vicino a Falcone) con il loro assistito.

Di quella D.C. il nostro Mattarella era vice segretario nazionale e, l'allora segretario nazionale Forlani, ha recentemente dichiarato che l'avvicendamento dei due ministri fu deciso dall'ufficio politico di cui Mattarella faceva parte.
Insomma, verrebbe da dire che abbiamo fatto un salto indietro di 20 anni.
Anche di questo ho parlato ieri a Fiano Romano durante il dibattito sulla trattativa Stato-Mafia.
Guardate il video, è un po' lungo ma credo serva a chiarire qualche punto...