mercoledì 25 febbraio 2015

Appovata la proposta M5S incentivi fiscali scuola-lavoro


Presto ci saranno INCENTIVI FISCALI per le imprese che investono nella formazione degli studenti. Si potrà finalmente intervenire a migliorare la qualità dell'alternanza scuola-lavoro che soprattutto nel centro-sud è caratterizzato dall'assenza di una rete industrale di grande imprese.

La proposta del M5S approvata in commissione cultura permette di sviluppare in tutte le aziende italiane una nuova attenzione agli studenti grazie agli incentivi fiscali per l'assunzione di personale per la formazione e l’attrezzatura di spazi lavorativi in aziende funzionali all’alternanza scuola/lavoro.

C'è ancor molto lavoro per valorizzare le piccole e medie imprese e le differenze tra i territori, costruire rete e puntare sul tessuto artigianale che in tante aree del paese può essere rivitalizzato dall'alleanza con la scuola. Con un provvedimento del genere sarà possibile dare nuova linfa anche a quegli istituti professionali come il Caselli di Napoli, un’eccellenza oltre che l’unica scuola di ceramica in Italia. Il Caselli rischia di chiudere i battenti a causa dei tagli all'istruzione. Proprio grazie ad un progetto teso a favorire l’alternanza scuola/lavoro sarebbe possibile impedire la chiusura di un polo d’eccellenza di Capodimonte coinvolgendo imprese pronte a fare un alleanza con il mondo della scuola