martedì 2 dicembre 2014

Facendo finta di litigare hanno occupato le istituzioni

Dopo aver sentito e visto le telefonate di Artini, moltissimi hanno scritto "Beppe aveva ragione" "Grillo ci aveva visto bene" in merito alla votazione on line per decidere l'espulsione o meno di due persone che non rendicontavano e restituivano come previsto. Purtroppo o per fortuna avete visto solo una parte di quello che questo gruppo subisce da quasi due anni, e dovrebbe portare alle seguenti riflessioni:
- Beppe Grillo e la Casaleggio non meritano la mancanza di fiducia che molti hanno dimostrato o che è stata messa in discussione.
- Finalmente c'è un movimento che fa rispettare i propri valori e regole (i valori vengono prima delle regole). È una bella notizia.
- In campagna elettorale Beppe aveva detto più volte che ci sarebbe stata qualche mela marcia, è l'animo umano e non possiamo cambiarlo. Forse se ne stanno verificando più del previsto.
- Questa gente, che si qualifica da sola, nel tempo ha trovato l'appoggio all'interno del gruppo parlamentare da parte di numerosi colleghi e questo deve preoccuparci. Un signore che non conoscevo gg fa mi ha detto "A me non preoccupa l'espulsione di queste due persone ma che un gruppo di vostri colleghi li appoggi. Questo mi fa paura."
- Il M5S è in guerra con questo sistema dei partiti che, facendo finta di litigare, hanno occupato le istituzioni e qualsiasi posto possibile e pensano solo agli interessi personali e quindi non ha bisogno di persone in malafede, ingenue o indecise.

Il M5S ha un programma chiaro basato su 20 punti.
Dobbiamo stare ai banchetti per strada, accanto ai cittadini in difficoltà, con coloro che hanno bisogno di aiuto, bisogna lottare insieme a loro senza prese in giro e con determinazione per realizzare insieme l'Italia a 5 Stelle. 

(Riccardo Nuti M5S)