martedì 30 settembre 2014

L'OPERAZIONE E' RIUSCITA, MA IL PAZIENTE E' MORTO

Se nessuno li ferma, un giorno, neanche troppo lontano ormai, il chirurgo PD con a capo il primario Renzi darà questo annuncio sulla morte del malato Paese Italia passato sotto i ferri di questo macellaio.
Precariato e distruzione delle già poche certezze su cui almeno una persona poteva provare a ipotizzare un futuro. Questa l'operazione in corso.
La votazione di ieri nella segreteria nazionale del PD per la cancellazione dell' art. 18 nn può risolversi in una semplice disquisizione fra maggioranza e minoranza del partito. È stata messa ai voti la visione del Paese sulla quale il PD ha (falsamente) detto dalla sua nascita, dalla sua tradizione storica, di basarsi. Sulla quale ha chiesto per decenni voti ai cittadini, ingannandoli quindi (oggi più che mai possiamo dirlo) con la finta contrapposizione a "culoflaccido" Berlusconi.
Quando si mette ai voti e si cancellano i paradigmi di un partito quel partito non esiste più.
E la cosiddetta minoranza ha il dovere di far emergere questa realtà e di andarsene! Se rimangono a fare minoranza in un partito che ha cancellato i suoi sedicenti paradigmi, confermano solo la farsa avvenuta finora, la finta diatriba e la pavida posizione di chi rinnega gli ideali che dice di avere (avuto) pur di mantenere un posto in tribuna.
Io non ce l'ho solo con le marionette del Sistema, della BCE o dei grandi gruppi, delle lobby, ecc... che si chiamino Renzi, Monti o Draghi. Fanno sostanzialmente il loro dovere, stanno ubbidendo al mandato per cui sono stati messi lì. Come in un terribile film diventato realtà, il cattivo fa il cattivo, è normale. Ma non è tollerabile il buono che non fa il buono o che, addirittura, è d'accordo col cattivo. Neanche in un film, appunto...
Per questo, paradossalmente, ce l'ho quasi di più con chi nelle sedi in cui si trova, fa finta di essere contrario, con chi ha il cuore a sinistra e il portafoglio a destra (o viceversa, tanto sono diventati speculari!!!), fra chi si indigna ma resta li'.
Vedremo se avranno la dignità di fare fronte comune con tutte le forze politiche, M5S in primis, con i cittadini, le associazioni e tutti i soggetti che si oppongono allo smantellamento del Paese, dei già esigui diritti ed a questo PD fra in più beceri partiti neoliberisti d' Europa.
Vedremo se faranno saltare questo PD che, a parte per la Merkel, non ha più senso di esistere, o se ne staranno ancora una volta buoni buoni, cheti cheti,... "zitti come topolini ad aspettar"...(cit.)
Vedremo se continueranno a fare gli assistenti che possano il bisturi e gli attrezzi per l'operazione di macelleria che continuano a chiamare riforme, guidata dal kapo del Quirinale...
Intanto, la coperta e sempre più corta per tutti, compresi molti del 40, 8%...


(Massimo Gianangeli M5S Jesi)